Cerca nel blog

mercoledì 16 agosto 2017

XXVIII Busker Festival di Carpineto Romano: 25 - 26 agosto, l’arte di strada nei vicoli storici della Città d’Arte

XXVIII BUSKER FESTIVAL di CARPINETO ROMANO

L'arte di strada nei vicoli storici della Città d'Arte


25 - 26 agosto, Carpineto Romano (RM)
dalle ore 21.30 – ingresso gratuito


Si rinnova per il 28esimo anno consecutivo il festival di artisti di strada da sempre amato e seguito: il Carpineto Romano Busker Festival, con due giorni unici di teatro, musica, performance e installazioni artistiche all'insegna della libertà.

Dal 1990 a oggi, infatti, in occasione del Festival, le strade di Carpineto Romano si animano di quell'arte in grado di abitare ogni angolo urbano, in piena tradizione "baschera", dando vita a una festa unica di musica e colori.

Diventato ormai parte integrante del patrimonio culturale della cittadina, il Festival Buskers di Carpineto Romano si distingue nel panorama nazionale grazie alla commistione dei tradizionali spettacoli di strada con spettacoli che solitamente trovano spazio solo nei teatri o nei live club come la commedia dell'arte e il teatro d'innovazione, spettacoli di circo contemporaneo con strutture aeree, performer di pittura dal vivo che trasformano piazze e vie in musei.

"Ormai la cultura busker ha invaso tutta la penisola" ha dichiarato il sindaco di Carpineto Romano Matteo Battisti, "una battaglia vinta per chi come il Comune di Carpineto Romano ha da sempre supportato l'arte di strada rendendola protagonista di uno degli eventi più amati e seguiti del centro Italia, dove si svolge il più antico Busker Festival: un'invasione artistica e culturale libera e felice di cui da 28 anni siamo testimoni e sostenitori".

"Si tratta di un evento nato e pensato proprio per il nostro antico borgo come luogo ideale per le performance" ha continuato Noemi Campagna Assessore alle Politiche Culturali. "Uno scenario unico dove l'arte di strada attraverso la parola, il gesto, la narrazione e lo spettacolo trova la sua ragione di esistere, si integra e prende forma".

Tra le grandi novità di questa edizione lo spettacolo di danza verticale "Di nuvole e vento" della compagnia MateriaViva con Anton Giulio de Guglielmo e Alessandra Lanciotti. I due performer voleranno sulla parete occidentale del campanile, danzando in una prospettiva ribaltata, straniante, che ricorda i quadri di Escher, trasposti in una dimensione lunare e romantica.

Anche quest'anno il nouveau cirque sarà una delle attrattive principali per grandi e piccini con spettacoli come Etna Di Antonio Bonura in Arte il Drago Bianco, Tatiana Foschipropone una performance di acrobatica aerea utilizzando tessuti corda e trapezio, antiche discipline circensi riadattate con carattere teatrale e proposte con grazia e forza., Diego Grimaldi in arte Godié con la clownerie teatrale, Alessia Montuni con la magia delle sue bolle di sapone, Aurora col suo spettacolo su trampoli, Elia Bartoli in arte "GiocolElia", Warner Circus in un esilarante spettacolo di giocoleria , Irene Betti con  il suo spettacolo di contorsionismo e verticali.

Per il teatro, Guglielmo Bartoli "Teresa!" mentre Eduardo Ricciardelli propone "27+1 J"; per la pittura, ospiti la performance di pittura dal vivo di Cristiano Quagliozzi in arte Quac e la collettiva di Artiamoci, con gli Artisti Federico Giampaolo, Gemma Martellla, Mauro Cacciotti, Vania Sabelli, Fabio Castrucci e infine il pittore emiliano Esposito presenterà una performance dal titolo "Sogni "  di pittura e danza .

La Musica verrà presentata in tutte le sue forme e generi con il percussionista Drumbo, lo spettacolo country musicale dei Keet & More, la street Band Calabballa , la sperimentazione della voce di Noisyra, I Nuàri gruppo locale che sta preparando l'uscità del secondo disco. Il cantautore Leo Folgori, il one man band Salvario .


Altra novità dell'edizione 2017: ScuderieMArteLive lancia una Call for Artist per selezionare i migliori talenti emergenti delle arti performative (teatro, danza e circo) dandogli la possibilità di accedere al MArteLive e approdare alla Biennale MArteLive 2017 (deadline 21 agosto 2017).

Anche per il 2017 la direzione artistica sarà affidata alle ScuderieMArteLive di Peppe Casa,con il coordinamento artistico di Linda Fiocco.
L'appuntamento del 2016 con l'Arte di Strada è il 25 e 26 agosto a Carpineto Romano (RM) con il XXVII Busker Festival.

Per Info:  Ufficio Turistico: 06/97180028




--
www.CorrieredelWeb.it

SAN VITO (FRAZIONE DI POLIGNANO A MARE) - VENERDI 18 AGOSTO, ZIMBARIA SUL PALCO DEL BALLO DI SAN VITO TRA PIZZICA E TARANTA

IL BALLO DI SAN VITO TRA PIZZICA E TARANTA

Al via la V edizione

SAN VITO, 18 AGOSTO 2017, ORE 21,30 ZIMBARIA IN CONCERTO

A SEGUIRE, ORE 23,30, SKANDERGROUND

INGRESSO LIBERO

SAN VITO, frazione di Polignano a Mare (Bari) - Al via la V edizione de "Il Ballo di San Vito tra pizzica e Taranta",  il 18 e 19 agosto si balla sulla spiaggia di San Vito, frazione di Polignano a Mare, con le musiche e le danze di grandi artisti internazionali. L'evento, ideato e organizzato dall'associazione culturale PugliaVox, é patrocinato dal Comune di Polignano a Mare e dal Sac con il supporto di sponsor (Eurocar, GiocaSport di Polignano, Macina Pepe, Norba autonoleggio di Conversano) che ringraziamo insieme all'amministrazione comunale.

  • Ad inaugurare la prima serata, Venerdì 18 agosto, ore 21,30, saranno i travolgenti Zimbaria. Ci faranno rivivere l'esperienza mistica e la passionalità della taranta e dei tarantati catapultandoci in un'atmosfera di festa e divertimento alla quale  sarà difficile resistere.  A seguire, ore 23,30, la festa continua con sfumature sonore d'ispirazione Ska, sul palco saranno protagonisti gli Skanderground.  

  • Sabato 19 agosto, ore 17.30 - Continuano i nostri viaggi culturali nel territorio di Polignano a Mare grazie alla collaborazione del professore dell'Università degli Studi di Bari,​ Rocco Sanseverino, specializzato in archeologia,e Comune. In  programma anche quest'anno la visita guidata agli scavi di Santa Barbara. Partenza bus navetta messo a disposizione dal Sac presso Largo Gelso nei pressi della statua di Modugno. Necessaria prenotazione, ufficio turistico Polignano a Mare: 0804252336. Anche automuniti.

  • La serata continua alle ore 21,30,  sotto le stelle e in riva al mare, "Il Ballo di San Vito tra pizzica e taranta" torna con Salentrio (Massimiliano De Marco, Luca Buccarella, Roberto Chiga e le danze di Veronica Calati). La musica popolare torna protagonista nelle sue variazioni sonore di una tradizione culturale che abbraccia il Sud: dagli stornelli ai canti alla stima, dalla pizzica pizzica alle suonate di barberia...  . A seguire, ore 23.30, arrivano come un treno in corsa le Simpatiche Kanaglie. 
  • Per raggiungerci anche il bus navetta di Mario Viaggi. Partenza Largo Gelso, nei pressi della statua di Modugno, a partire dalle ore 20. 


Di seguito il programma completo 
Venerdì 18 agosto
Ore 21,30 – Concerto
Zimbaria  
Ore 23,30 – Concerto
Skanderground

Sabato 19 agosto
Ore 17.30 - Visita guidata agli scavi di Santa Barbara a cura del prof. Rocco Sanseverino, Università degli studi di Bari, in collaborazione con il Sac. Partenza bus navetta del Sac, presso Largo Gelso nei pressi della statua di Modugno. Necessaria prenotazione, ufficio turistico Polignano a Mare: 0804252336.

Ore 21,30 -  Concerto
Salentrio
Ore 23,30 – Concerto
Simpatiche Kanaglie

Venerdì 18 e Sabato 19 agosto 
ORE 19,00 – Apertura degli stand enogastronomici e dei mercati dell'artigianato a cura dell'ass. Pugliavox;
– Noleggio biciclette, ape calessino a cura di MadeinLove 080 321 7758 / 327 294 3388
– Escursioni in barca a cura dell'Ass. Isola Blu. Info. 388.7833459;
Bus Navetta Mario Viaggi, Largo Gelso (in prossimità della Statua di Modugno) dalle ore 20,00.
- Per info visita  la nostra pagina FB – Il Ballo di San Vito e PugliaVox



--
www.CorrieredelWeb.it

SORRENTO: MVULA SUNGANI IN DANZE DAL MARE A SORRENTO INCONTRA

SORRENTO INCONTRA LA LUCE DEI LUOGHI

"Danze dal Mare 3.0" Coreografie Mvula Sungani Regia Mvula Sungani e Antonino Giammarino           


Il 25 agosto '17 alle ore 21,00 all'interno del festival Sorrento Incontra – La luce dei luoghi andrà in scena, nella magica cornice del Chiostro di San Francesco a Sorrento,  lo spettacolo multidisciplinare "Danze dal Mare 3.0" interpretato da un cast di livello internazionale come le stelle della danza Emanuela Bianchini , che danzerà in coppia con il primo ballerino dell'Opera di Amburgo Amilcar Moiret Gonzales, noto volto televisivo di Amici, accompagnati dai solisti della MS Physical Dance, mentre per la parte musicale vede una delle più belle ed importanti voci del mediterraneo, Elena Ledda, sulle musiche originali di Mauro Plamas eseguite dal vivo dallo stesso compositore e dal suo gruppo (Mauro Palmas alla mandola, mandoloncello e liuto cantabile, da Silvano Lobina al Basso e da Massimo Tiburzi alle chitarre ed all'elettronica). 
La voce narrante sarà l'attore sorrentino Nino Lauro.   

Le coreografie saranno di Mvula Sungani mentre la regia sarà a quattro mani dello stesso coreografo e di Antonino Giammarino.   

Si tratta di una produzione originale di Sorrento incontra, che verrà rappresentata il 4 novembre prossimo al Queens Museum di New York, in occasione della conferenza annuale della Fondazione  Ilica che presenterà, con l'introduzione di Pino Aprile, il "Modello Sorrento". 

Il festival apertosi il 27 luglio è stato organizzato dal Crdl, Centro Regionale della Danza del Lazio, e sostenuto dal Comune di Sorrento, si avvale dalla scorsa edizione della direzione artistica generale del noto regista e coreografo Mvula Sungani, che come primo step ha voluto creare un format unico per tutte le iniziative programmate dal Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Giuseppe Cuomo, nell'ambito della programmazione promossa dall'assessorato agli Eventi, retto da Mario Gargiulo, e coordinata dal dirigente del Settore Cultura, Antonino Giammarino.   

Il Festival nasce da un'idea di Mvula Sungani (Regista, Coreografo e Autore collabora con i principali teatri teatri nazionali come la Scala di Milano, l'Opera di Roma, la Fenice di Venezia il Teatro Antico di Taormina, all'estero con i principali teatri di New York, Parigi, Montecarlo, Porto, Tirana. Crea per Roberto Bolle, Raffaele Paganini, Emanuela Bianchini, Mango, Ron, Francesco Renga, Marlene Kuntz, Patty Pravo, Fiorella Mannoia. In tv lavora in molte produzioni Rai ) e degli amministratori che hanno voluto creare un salotto in cui gli artisti incontrano la città e si raccontano con performances e storie, al fine di proporre alla collettività eventi particolari e unici, in nome della contemporaneità e della multidisciplinarietà.   

Si sono esibiti dal 27 luglio artisti del calibro di n Maldestro, il cantautore rivelazione dell'anno che per l'occasione presenterà i suoi nuovi progetti ed i suoi successi in acustico, l'Orchestra da camera Fukuoka Sinfonietta, formata da giovani musicisti giapponesi, che ha all'attivo numerosi concerti in tutto il mondo con un programma classico e tradizionale napoletano-giapponese. 

Solisti d'eccezione saranno il fisarmonicista Gianni Fassetta e il clarinettista Massimo Santaniello, anche in veste di direttore, l'Orchestra I flauti di Toscanini insieme a Pietro Cernuto, presenteranno un progetto orchestrale in cui le più grandi melodie classiche e pop saranno eseguite da un orchestra di fiati che vede per l'occasione come solista uno strumento popolare  siciliano, il friscaletto suonato da un virtuoso di fama internazionale: Pietro Cernuto. Per l'occasione in omaggio alla città di Sorrento verrà arrangiato ed eseguito per la prima volta Caruso, che verrà successivamente inserito nel repertorio e nel nuovo disco dell'ensemble. Five Quartet Trio in Bus Stop. 

Il circo nell'immaginario collettivo è un luogo magico. Il circo contemporaneo è l'espressione più romantica dell'arte circense in quanto non contempla animali, ma è costruito su difficili esercizi acrobatici uniti a funambolici numeri di giocoleria ed a sketch divertenti, come nel Le Cirque du Soleil. Il Five Quartet Trio rappresenta una delle realtà più importanti a livello internazionale del settore. 

Roberto Cacciapaglia presenterà il suo progetto per elettronica e pianoforte, viaggio antologico nelle sue composizioni. Il grande compositore e pianista di fama internazionale integra nella sua musica la tradizione classica unita alla sperimentazione elettronica. Noto per essere entrato nelle case degli italiani con le musiche di famosissimi spot televisivi e per essere stato il producer di icone musicali quali Gianna Nannini, Alice e Giuni Russo, vede tra le sue opere più famose Tree of life composta per il Light Show del EXPO 2015.        

Il festival si concluderà il 31 agosto con il concerto di Mattew Lee, straordinario performer funambolico pianista e cantante, con il suo Rock'n'roll ha tenuto concerti in Italia, in tutta Europa e in America. La stampa internazionale l'ha definito "the genius of rock'n'roll".  Chiostro si San Francesco - Ingresso libero fino ad esaurimento posti.  

"L'intento di Sorrento Incontra - spiegano gli organizzatori - è quello di produrre nel tempo spettacoli e audiovisivi per le tv, il web e i social, legati al territorio e che parlino dello stesso, capaci di diventare un potente strumento di promozione territoriale".   Il festival verrà anticipato dal lancio dello spot "Sorrento è" in cui molti artisti famosi ospitati a Sorrento nella stagione appena conclusa  esprimono il loro personalissimo pensiero sulla città. 

Lo spot, ideato da Mvula Sungani, è stato co-prodotto dal Comune di Sorrento e dagli Mspd Studios e girato durante l'ultima edizione di M'Illumino d'Inverno e degli Incontri Internazionali del Cinema.


--
www.CorrieredelWeb.it

Aquafan. Il più grande selfie in acqua della storia è un esperimento in collaborazione con la rivista Focus

SELFIE DA RECORD PER 6000 IN AQUAFAN: IN PISCINA ONDE
INIZIA L'ERA DELL'ETERNA GIOVINEZZA

 


Giovani per sempre, immortalati nel più grande selfie in acqua della storia. Un Ferragosto epocale per i 6000 ospiti di Aquafan dove, in collaborazione con Focus, il magazine del Gruppo Mondadori più letto d'Italia, punto di riferimento della divulgazione scientifica e dell'intrattenimento, è stato realizzato oggi un evento esperimento che entrerà nella storia.

 

Migliaia di persone hanno posato nel selfie record in acqua con il direttore di Focus, Jacopo Loredan, il direttore CE Polo Adriatico, Patrizia Leardini, il sindaco di Riccione, Renata Tosi e Rudy Zerbi. Il maxi selfie è stato scattato da un cellulare con un maxi bastone da 6 metri di lunghezza.

 

La foto ha ufficializzato l'inizio dell'Era dell'Eterna Giovinezza: un'epoca caratterizzata dalla consapevolezza che sono mutati i paradigmi sull'età degli esseri umani, che il significato di gioventù ha subito una profonda trasformazione e che il futuro presenta visioni in continuo mutamento.

 

Mai come oggi l'uomo desidera fermare il tempo per rimanere attaccato il più possibile alla giovinezza. Lo conferma la ricerca che Focus ha svolto in Aquafan, attraverso un photoset, agli ospiti del parco veniva chiesto quale fosse la loro età apparente e quale quella che davvero si sentono. I risultati sono davvero sorprendenti.

Se nell'indagine i ragazzi al di sotto dei 25 anni hanno fornito valutazioni troppo variegate per identificare una tendenza precisa - alcuni si sentono molto più vecchi, altri più giovani - dai 25 anni in su il trend è netto: la gran parte si sente circa 10 anni in meno (confermato da amici e conoscenti). La curiosità: a sentirsene meno sono le 40enni, a dimostrarne effettivamente meno, gli uomini over 50.

 

A celebrare l'inizio della nuova era, è arrivata una  DMC-12 DeLorean guidata da Doc Emmett Brown, dalla quale è sceso uno smagliante Rudy Zerbi arrivato direttamente dal 2027. "Ragazzi, il futuro è fantastico: vi ho visto tutti qui in Aquafan, Linus ha appena vinto il giro d'Italia, nessuna auto andrà a benzina e Focus hain copertina il megaselfie del 2037!"

 

La foto ricordo, con il magazine Focus, quello di Aquafan, il gagliardetto del Comune di Riccione e la copertina del cd che contiene il brano del momento "Riccione" di The Giornalisti, saranno custoditi in una 'Capsula del tempo' che i sub hanno trasferito sul fondo della Piscina Onde, per riaprirla fra 10 anni esatti: il 15 agosto 2027.  A chi ci sarà, il compito di inserire le nuove visioni del futuro presente.

 

"Questo contenitore è un messaggio per il futuro. Quella dell'eterna giovinezza - sottolinea il direttore di Focus, Jacopo Loredan - è un'aspirazione dei nostri tempi e per questo motivo abbiamo dedicato a questo tema la copertina del numero di agosto del magazine. Siamo molto soddisfatti di aver organizzato questa iniziativa con Aquafan, nostro partner storico".




--
www.CorrieredelWeb.it

“FESTIVAL DI FUOCHI D’ARTIFICIO” VERSO LA CONCLUSIONE CON I DUE SPETTACOLI PIROMUSICALI DI OMEGNA - 20 e 27 AGOSTO 2017







Dopo il successo di pubblico registrato a Verbania domenica 13 agosto, il "Festival di Fuochi d'Artificio 2017" torna a colorare i cieli del Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell'Ossola con gli ultimi due imperdibili spettacoli piromusicali previsti ad Omegna (Lago d'Orta) domenica 20 e domenica 27 agosto p.v. alle ore 21.30, entrambi realizzati dalla maestria di Martarello Group Fuochi Artificiali (Arquà Polesine - RO) e GFG Pyro Fuochi d'Artificio (Omegna - VB).

Gli spettacoli sono inseriti nel ricco calendario di eventi della 114° edizione dei FESTEGGIAMENTI DI SAN VITO che, nelle due serate di fuochi, proporranno numerose iniziative.










Operatori dell'informazione

Distretto Turistico dei Laghi,
Monti e Valli dell'Ossola scrl
Via dell'Industria, 25
28924 Verbania Fondotoce (VB)















--

www.CorrieredelWeb.it

Ulìa - La pizzica incontra la Capoeira. Comunicato stampa

Giovedì 17  agosto - 21.30h
Ulìa - la pizzica incontra la Capoeira
Salento Bike Cafè - Lido Conchiglie (Sannicola)
Info 346 086 27 17 


I ritmi ancestrali della musica salentina e di quella brasiliana si mescolano in questo spettacolo unico che coinvolge musicisti dei due lati dell'atlantico. 

Il progetto si chiama "Ulìa" (che in dialetto vuol dire "vorrei" ma anche "oliva"), ed è diretto da Anna Cinzia Villani - una delle cantanti più note di pizzica pizzica e tra le artiste fisse della notte della Taranta. 

Ad accompagnarla Alessandro Lorusso  (chitarra), Max Però,  (organetto diatonico),  Francesco de Donatis (tamburo a cornice e percussioni) e Mestre Canhao (Maestro percussionista e capoeirista di Rio de Janeiro).

Ma come nasce l'incontro tra pizzica e capoeira? Come due musiche cosi distanti – culturalmente e geograficamente – possono ritrovarsi in uno stesso spettacolo? 

A spiegarlo è la stessa Anna Cinzia Villani: "L'incontro è nato quasi per caso, il nostro chitarrista Alessandro Lorusso frequentava le lezioni di Capoeira di  Mestre Canhao. I due si sono confrontati sui ritmi, si sono scambiati gli strumenti a percussione iniziando ognuno ad approfondire la conoscenza del mondi musicale dell'altro. Ma c'era qualcosa alla base che rendeva possibile l'incontro tra questa due musiche: entrambe nascono dal vissuto della povera gente, povera economicamente s'intende, ma piena di saperi sulla natura, sui flussi della vita. Tutte le culture povere del mondo hanno prodotto musica meravigliosa, interessante e sorprendente, molto diversa da quella che oggi ascoltiamo per radio o in tv. Di solito le musiche arcaiche ci sorprendono perché ci sembrano imprevedibili, hanno sonorità 'sporche' e nascono per far ballare o per comunicare i drammi o le gioie del vivere".  

Storceranno forse il naso i "conservatori", convinti che occorra rispettare in maniera filologica la tradizione. E' di tutt'altro parere la Villani: "E' sempre molto interessante quando uno stile musicale o vocale interviene su un altro, ma entrambi restano percettibili senza che nessuno dei due venga snaturato. Noi ad esempio nell'arrangiamento del brano 'Marituma è pecuraru', oltre ai vari tamburi salentini utilizziamo anche il berimbau (uno strumento rudimentale brasilano che è in grado di fare 'solo' due note).  Inizialmente il Mestre ha usato il suo strumento nel modo in cui lo usa di solito. Più tardi io stessa ho suggerito un modo differente di alternare le due note, in maniera che fungessero anche da accompagnamento melodico al canto. Che dire? Il risultato è a dir poco irresistibile, non toglie nulla al testo, né all'armonia del brano, anzi la enfatizza, e inoltre Mestre Canhao ha trovato molto interessante l'alternanza delle note che gli è stata proposta e probabilmente la utilizzerà anche nella Capoeira. La 'contaminazione musicale' è pertinente quando non si toglie nulla all'origine ma si trova il respiro comune".

Ma le somiglianze e i punti di incontro non finiscono qui, perché sia la pizzica sia la capoeira sono innanzitutto dei balli. "Nella nostra tradizione esiste la "danza scherma" spiega Cinzia Villani "si tratta di una danza che serviva a regolare i conflitti. Inizialmente gli uomini impugnavano dei veri coltelli e si sfidavano sul serio. Poi il duello è stato in qualche modo "sublimato", forse anche per camuffarlo nel momento in cui accadeva in contesti non privati (la notte di San Rocco a Torre Paduli ad esempio), e allora sono le dita a simboleggiare i coltelli. La Capoeira ha una storia simile: nasce nei "quilombos", accampamenti di schiavi africani ribelli che - in Brasile - scappavano dai loro padroni e si riunivano tra loro. La danza serviva a tenerli "allenati" per quando avrebbero dovuto combattere.  Poi anche la capoeira ha subito delle trasformazioni e la parte del conflitto resta ma solo in maniera simbolica: è stata arricchita di movimenti, e oggi è molto conosciuta nel mondo e praticata anche dalle donne".


L'appuntamento è per domani sera (giovedì 17) al Salento Bike Cafè a Lido Conchiglie, alle 21.30. Ingresso gratuito. Apericena a partire dalle 19. Per info e prenotazioni 346 086 27 17 / 392 11 44 073.


--
www.CorrieredelWeb.it

Feltre, al via Voilà Festival venerdì 18 agosto. Il Sindaco: "Appuntamento irrinunciabile dell'offerta culturale e turistica della Città di Feltre".



Voilà Festival a Feltre: questo venerdì il via alla rassegna di arte in strada, circo contemporaneo e culture del mondo nel centro storico di Feltre.
Il Sindaco Paolo Perenzin «Voilà, appuntamento irrinunciabile dell'offerta culturale e turistica della Città di Feltre. Il nuovo format sarà ampliato nei prossimi anni». Tre giornate dal 18 al 20 agosto di performance di artisti di tutto il mondo, mostre e conferenze; da non perdere l'esposizione fotografica dedicata a Moira Orfei e la conferenza sul circo di ieri e oggi e l'arte in strada domenica 20 agosto in presenza di Alessandro Serena, nipote dell'icona pop e simbolo del circo italiano.

Feltre, (BL), 16 agosto 2017 - Tutto pronto per la 19° edizione di Voilà Festival, la rassegna che dal 18 al 20 agosto trasformerà il centro storico di Feltre nella capitale internazionale dell'arte in strada, circo contemporaneo e culture del mondo. Un appuntamento ormai consolidato per la cittadina del Bellunese, che quest'anno si evolve in un vero e proprio Festival con la partecipazione di diverse decine di artisti da tutto il mondo. La decisione di dare nuova linfa a Voilà Festival nasce dalla volontà da parte dell'Amministrazione comunale di Feltre di sostenere l'arte in strada, considerando questa forma d'arte un'importante risorsa per lo sviluppo culturale e turistico della città.

«Voilà rappresenta un appuntamento annuale fondamentale che ci si propone di ampliare ulteriormente nei prossimi anni» hanno dichiarato il Sindaco di Feltre Paolo Perenzin e l'Assessore alla Cultura, Alessandro Del Bianco. «Siamo convinti che la nuova formula della manifestazione, la quale comprende anche mostre e conferenze di approfondimento, comporterà un arricchimento culturale del tessuto cittadino che andrà ben oltre la dimensione puramente spettacolare delle esibizioni nei tre giorni di Festival». Il Sindaco ha poi ringraziato il dott. Giovanni Trimeri e lo staff dell'Ufficio Cultura di Feltre: «Se oggi parliamo di un ampliamento della manifestazione lo dobbiamo infatti anche a chi, negli anni, ha saputo tener viva l'attenzione sul tema dell'arte di strada e ha posto le basi affinché Voilà diventasse un appuntamento irrinunciabile dell'offerta culturale e turistica della Città di Feltre».

L'edizione 2017 di Voilà celebra inoltre l'icona pop e simbolo del circo italiano Moira Orfei attraverso la mostra fotografica "Moira la Regina. Memorabilia di un mito", che comprende una foto del MoMa di New York, e la conferenza "Moira Orfei e il Circo tradizionale – Il Circo contemporaneo e l'arte in strada nuovi fenomeni sociali e culturali" (domenica 20 agosto, ore 18.30, Palazzo Borgasio di Feltre) con l'intervento di Alessandro Serena, nipote di Moira Orfei, Prof. di Storia dello Spettacolo Circense e di Strada all'Università Statale di Milano e autore, direttore artistico, produttore di spettacoli con centinaia di repliche in tutta Europa, Aurelio Rota, direttore artistico di Voilà e Lonato InFestival, Beppe Boron, Presidente della FNAS Federazione Nazionale Arti in Strada e Roberto Cargnelli, storico organizzatore di eventi teatrali, di arte di strada e circo contemporaneo di Venezia e del suo territorio.

In grande fermento per l'organizzazione degli ultimi dettagli, il direttore di Voilà Festival ha in questi giorni svelato alcune precisazioni sul programma dell'evento. New entry tra gli artisti italiani per la gioia dei più piccini è Lucia Schierano, con lo spettacolo di teatro di figura "Un'allegra Arlecchinata, che subentra ai Zero en Conducta e Fritto misto.




--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 15 agosto 2017

Sicilia. Alla scoperta di Caltavuturo: passeggiata notturna tra le antiche case.

Per la salvaguardia e la valorizzazione

dei beni culturali e ambientali


Nell'ambito della manifestazione "Notti di Sicilia" si terrà mercoledì 16  agosto 2017 alle ore 21,30 l'iniziativa "Antiche case: passeggiata notturna alla scoperta di Caltavuturo". 

L'appuntamento è  a Piazza E. Loi (accanto al Municipio) a Caltavuturo

L'iniziativa è organizzata da BCsicilia - Per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali, in collaborazione con ATC a Guardie Sikane. 

La visita sarà guidata da Luigi Romana, cultore di storia locale.


Per informazioni: Tel. 091.8112571 – 339.5921182. Email: info@associazionecheviaggia.it. Facebook: Atc l'associazionecheviaggia. 

Twitter: Atc TurismoeCultura

Questa cittadina madonita, adagiata sulle pendici di Rocca di Sciara, nelle varie dominazioni che si sono succedute in Sicilia ha svolto sempre un ruolo di "sentinella" tra la costa settentrionale e l'interno dell'Isola, controllando i viaggiatori diretti verso sia verso il centro della Sicilia sia verso le sue coste meridionali. Fino al XV secolo il paese rimase arroccato sul sul fortino roccioso di Terravecchia. 

A partire da quell'epoca i cittadini preferirono trasferirsi nell'attuale centro abitato, determiando il progressivo abbandono dell'antico sito medievale. 

Diverse segni architettonici testimoniano il suo maggior sviluppo urbanistico verificatosi tra il  1600 e il 1700. Parecchi palezzetti signorili abellirono i vari quartieri caratterizzati dalle tipiche casette semplici di contadini e artigiani; fontane, balconi e campanili decorarono l'intero complesso urbanistico, mentre le varie chiese accoglievano capolavori d'arte realizzati dai più famosi artisti attivi nell'Isola.



Nella foto Caltavuturo di notte.

--

lunedì 14 agosto 2017

Festival della Fisarmonica di Valsaviore - 2017 IX Edizione


Festival della Fisarmonica di Valsaviore
IX Edizione - 16 - 17 - 18 Agosto 2017

Il Ferragosto in Valsaviore è sempre una grande festa, dedicata anche e soprattutto alla musica: torna il festival della fisarmonica di Valsaviore, rassegna internazionale di maestri musicisti e di iniziative legate a questo magico strumento. 

L'organizzazione, come ogni anno, è curata dalla Pro Loco Valsaviore, in collaborazione con l'Associazione "El Teler" e con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comunità Montana di Valle Camonica, Distretto culturale di Valle Camonica, Unione dei Comuni della Valsaviore. 

La qualità dei musicisti presenti è confermata dalla direzione artistica del maestro Marco Davide: Marco Valenti, Silvia De Boni, Romeo Cooperfisa, Victor Sokolov, Fabio Rossato, Daniele Zullo e Gianluca Campi. 

Cura la parte organizzativa Battista Ramponi, uno degli ideatori del Festival, che insieme con l'associazione "El Teler" ha presentato un progetto che ha beneficiato quest'anno di un contributo da parte del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo per aver partecipato al bando sulla "Salvaguardia del Patrimonio musicale tradizionale". 

Un riconoscimento che gratifica l'impegno di ricerca di formule sempre nuove, che vanno oltre il puro intrattenimento e mirano alla salvaguardia di un patrimonio che per la Valsaviore è identitario. 

PROGRAMMA

Mercoledì 16 agosto
Alle 11:00 l'apertura della mostra sulla fisarmonica, con la collezione Carminati, presso la ex scuola primaria di Cevo in via Pineta; dalle 11:30 alle 15:00, numerosi fisarmonicisti si esibiscono senza sosta presso lo spazio feste, con libere interpretazioni musicali; alle 15:00, la Fisorchestra "Regina dei Monti" di Esine e gli allievi dell'Accademia "Arte e Vita", con i rispettivi maestri, Marco Davide e Ferdinando Mottinelli; dalle 17:30 alle 19:00 fisarmonicisti camuni e lombardi ancora non stop; alle 21:00 serata danzante in Pineta con Marco Davide e Daniele Zullo.

Giovedì 17 agosto
Dalle 11:00 alle 14:00 fisarmonicisti non stop; alle 15:00 il concerto del festival con i maestri internazionali della fisarmonica, sempre nello spazio feste della Pineta a Cevo.

Venerdì 18 agosto
A Saviore dell'Adamello, "Ciao Festival", serata danzante con la fisarmonica di Marco Davide, presso la tensostruttura sottostante il municipio, a partire dalle ore 21:00.

L'ingresso è sempre libero. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Manule Magrini Trio a Postignano

Nell'ambito della sesta edizione della manifestazione culturale "Un Castello all'Orizzonte" che si tiene al borgo restaurato di Postignano, sabato 19 agosto  2017, alle ore 18.30, nella Chiesa SS. Annunziata si terrà l'atteso concerto jazz con MANUEL MAGRINI TRIO composto da Manuel Magrini (pianoforte), Andrea Ambrosi (contrabbasso) e Fabio D'Isanto (batteria).


Titolo dell'appuntamento musicale è  "Unexpected": brani originali, jazz standards, libere improvvisazioni.
L'ingresso è gratuito.


Reduce dalla vittoria del "Premio Lelio Luttazzi 2017" per la categoria 'Piano Jazz', assegnato lo scorso 28 giugno presso il Blue Note di Milano, il giovane pianista umbro è considerato uno dei grandi talenti della nuova generazione jazz italiana.

Manuel Magrini, classe 1990, proviene da una famiglia di musicisti. Inizia i primi studi classici nella scuola di musica di Cannara (PG), paese dove vive. Nel 2003 entra al conservatorio "F. Morlacchi" di Perugia dove si diploma col massimo dei voti nel 2013: ha studiato con Maria Gabriella Rivelli, Stefano Ragni e Michele Rossetti.
Scopre il fascino della composizione già da bambino e incide due cd di proprie composizioni: "Latte e Musica" (2004) e "Datemi un metronomo che mi misuro la febbre" (2005). Si interessa presto alla musica jazz e inizia a studiarla ed approfondirla seguito dal maestro Ramberto Ciammarughi nel laboratorio di improvvisazione "Novamusica" di Città di Castello, nel quale partecipa al "Jazz Workshop 2007" con Ramberto Ciammarughi, Miroslav Vitous, Fabrizio Sferra e Bebo Ferra.
Manuel ha suonato già in festival e rassegne importanti della scena musicale italiana come Umbria Jazz 2015, Torino Jazz Festival, "Giovani Titani" di Villa Celimontana e la Casa del Jazz a Roma, Young Jazz festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Bologna Jazz Festival, Iseo Jazz e tanti altri.
Come solista ha partecipato a concorsi di musica classica come: Il 2° Concorso Nazionale CITTA' DI CANNARA (1° premio); il 6° Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale RIVIERA ETRUSCA di Piombino (3° premio); il 2° concorso pianistico nazionale LIA TORTORA di Latina (3° posto).
In ambito jazz, vince il 1° premio (e un concerto nel festival "Classicoperjazz") del concorso musicale CITTA' DI ASSISI; il 1° premio al IV Concorso Nazionale Nuovi Talenti jazz di Treviglio (collegato con Bergamo Jazz) con il Fabio Marziali Quartet, il 3° premio al concorso JazzUp di Viterbo con il Capolinea trio ed arriva con il suo trio in finale all'European contest 2013 svoltasi al Theater aan het Vrijthof di Maastricht (Olanda).  Inoltre, vince il 1° premio come miglior solista e come miglior gruppo con il Manuel Magrini Trio al Premio Fara Music Jazz Live.
In ambito Pop, vince il concorso Rai Demo 2010 (condotto da Michel Pergolani e Renato Marengo tenutosi a Lamezia Terme) come strumentista e coarrangiatore nel gruppo di Tom Bangura.
Nel 2013, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, ha tenuto un concerto per Piano solo presso l'Istituto di Cultura Italiana di Bruxelles, alla presenza dell'Ambasciatore Alfredo Bastianelli.
Dal 2014 fa parte dell'Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz organizzata dal Teatro Puccini di Firenze, Siena Jazz e Music Pool, costituita dai migliori studenti del dipartimento jazz di tutti i conservatori d'Italia; con tale formazione, ha già suonato in importanti palchi come il Teatro Piccolo Strehler di Milano e l'Obi Hall di Firenze. Nello stesso anno vince una borsa di studio al Fara Music Festival per studiare al Collective School of Music a New York.
Manuel Magrini ha già collaborato con musicisti conosciuti e addirittura storici della musica italiana e internazionale come Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Gabriele Mirabassi, Fabio Zeppetella, Maurizio Giammarco, Massimo Manzi, Paolo Damiani, Enrico Intra, Rosario Giuliani, John Arnold, Rick Margitza e Johnathan Kreisberg.
Ha già consolidato esperienza come didatta in molte scuole di musica dell'ambiente perugino come: la Banda degli Unisoni, il Pentagramma, il Musical Academy Ponte San Giovanni (M.A.P.) e la scuola di musica  L. Marenzio; ha inoltre insegnato teoria ed armonia jazz al Conservatorio di Perugia come docente collaboratore per le classi del corso.
********************************
"Un Castello all'Orizzonte" è con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e del Comune di Sellano.

********************************

Il borgo medievale di Postignano (o Castello di Postignano), frazione del Comune di Sellano, fu abbandonato negli anni '60 ed è tornato a vivere grazie ad una attenta opera di restauro durata molti anni, a cura degli Architetti Gennaro Matacena e Matteo Scaramella.

CASTELLO DI POSTIGNANO HA RETTO PERFETTAMENTE E SENZA ALCUN DANNO ALLE SCOSSE DEL TERREMOTO CHE SONO AVVENUTE DA AGOSTO AD OTTOBRE 2016, GRAZIE ALLA QUALITÀ ANTISISMICA DEL RESTAURO.

  • E' interamente vincolato dal Ministero dei Beni Culturali;
  • nel 2014, nell'ambito del Premio 'La Fabbrica nel Paesaggio', ha avuto l'attestato di merito dalle Federazioni italiane ed europee dei Club e Centri per l'UNESCO "come efficace interprete dei valori unescani per la salvaguardia e tutela del paesaggio e dell'ambiente ";
  • nel 2016, è entrato a far parte de "I Borghi più belli d'Italia" attraverso Sellano, il suo Comune, di cui è una delle gemme più preziose.
                       
"Castello di Postignano come l'archetipo dei borghi collinari italiani", così è stato definito dall'architetto americano Norman F. Carver Jr, tanto da riprodurre le imponenti case-torri del borgo, aggettanti l'una sull'altra, nella copertina del suo libro fotografico "Italian Hilltowns" pubblicato nel 1979.

Il borgo offre un'esperienza di turismo e di vita sostenibili, fatti di sostanza e di emozioni: sessanta case perfettamente restaurate nel rispetto dell'impianto medievale delle architetture, ma caratterizzate da tutte le risorse di una vivibilità moderna - un relais villaggio albergo 4 stelle - un ristorante/trattoria dove, la cucina semplice, l'attenzione alle tradizioni e alla qualità delle materie prime sono la sua filosofia – una caffetteria con  terrazza panoramica - un wine bar "Vini e Oli dell'Umbria" – un centro servizi - l'antica Chiesa della SS. Annunziata, oggi luogo di eventi culturali, artistici e di intrattenimento; qui i restauri hanno svelato affreschi di antica bellezza, tra i quali una Crocifissione del XV secolo apparsa dietro una parete crollata – una biblioteca – alcune botteghe artigiane - un centro benessere, la piscina, l'area all'aperto "Il giardino delle rose".


--

domenica 13 agosto 2017

IL BALLO DI SAN VITO TRA PIZZICA E TARANTA

Al via la V edizione
SAN VITO, 18 AGOSTO 2017, ORE 21,30, ZIMBARIA IN CONCERTO. 

A SEGUIRE, ORE 23,30, SKANDERGROUND



SAN VITO, frazione di Polignano a Mare (Bari) - Al via la V edizione de "Il Ballo di San Vito tra pizzica e Taranta",  il 18 e 19 agosto si balla sulla spiaggia di San Vito, frazione di Polignano a Mare, con le musiche e le danze di grandi artisti internazionali. L'evento, ideato e organizzato dall'associazione culturale PugliaVox é patrocinato dal Comune di Polignano a Mare e dal Sac con il supporto di sponsor (Eurocar, GiocaSport di Polignano, Macina Pepe, Norba autonoleggio di Conversano) che ringraziamo insieme all'

A
mministrazione comunale.

  • Ad inaugurare la prima serata, Venerdì 18 agosto, ore 21,30, saranno i travolgenti Zimbaria. Ci faranno rivivere l'esperienza mistica e la passionalità della taranta e dei tarantati catapultandoci in un'atmosfera di festa e divertimento alla quale  sarà difficile resistere.  A seguire, ore 23,30, la festa continua con sfumature sonore d'ispirazione Ska, sul palco saranno protagonisti gli Skanderground.  

  • Sabato 19 agosto, ore 17.30 - Continuano i nostri viaggi culturali nel territorio di Polignano a Mare grazie alla collaborazione del professore dell'Università degli Studi di Bari,​ Rocco Sanseverino, specializzato in archeologia. In  programma anche quest'anno la visita guidata agli scavi di Santa Barbara. Partenza bus navetta, messo a disposizione dal Sac, presso Largo Gelso nei pressi della statua di Modugno. Necessaria prenotazione, ufficio turistico Polignano a Mare: 0804252336. Anche automuniti.

  • La serata continua alle ore 21,30.  Sotto le stelle e in riva al mare, "Il Ballo di San Vito tra pizzica e taranta" torna con Salentrio: Massimiliano De Marco, Luca Buccarella, Roberto Chiga e le danze di Veronica Calati. La musica popolare torna protagonista nelle sue variazioni sonore di una tradizione culturale che abbraccia il Sud: dagli stornelli ai canti alla stima, dalla pizzica pizzica alle suonate di barberia...  . A seguire, ore 23.30, arrivano come un treno in corsa le Simpatiche Kanaglie. 
  • Per raggiungerci anche il bus navetta di Mario Viaggi. Partenza Largo Gelso, nei pressi della statua di Modugno, a partire dalle ore 20. 







Di seguito il programma completo 
Venerdì 18 agosto
Ore 21,30 – Concerto
Zimbaria  
Ore 23,30 – Concerto
Skanderground

Sabato 19 agosto
Ore 17.30 - Visita guidata agli scavi di Santa Barbara a cura del prof. Rocco Sanseverino, Università degli studi di Bari, in collaborazione con il Sac. Partenza bus navetta del Sac, presso Largo Gelso nei pressi della statua di Modugno. Necessaria prenotazione, ufficio turistico Polignano a Mare: 0804252336.

Ore 21,30 -  Concerto
Salentrio
Ore 23,30 – Concerto
Simpatiche Kanaglie

Venerdì 18 e Sabato 19 agosto 
ORE 19,00 – Apertura degli stand enogastronomici e dei mercati dell'artigianato a cura dell'ass. Pugliavox;
– Noleggio biciclette, ape calessino a cura di MadeinLove 080 321 7758 / 327 294 3388
– Escursioni in barca a cura dell'Ass. Isola Blu. Info. 388.7833459;
Bus Navetta Mario Viaggi, Largo Gelso (in prossimità della Statua di Modugno) dalle ore 20,00.
- Per info visita  la nostra pagina FB – Il Ballo di San Vito e PugliaVox
info: 3922318950 / 3382659839 


--

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI