CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news su Turismo e Viaggi

Cerca nel blog

venerdì 17 novembre 2017

TURISMO DEI TERRITORI Bevagna sarà il Borgo dei Borghi 2018 per l'Umbria

TURISMO DEI TERRITORI

Bevagna sarà il Borgo dei Borghi 2018 per l'Umbria

Sentieristica e pista ciclabile da Assisi a Spoleto sono i progetti del nuovo piano regolatore per far diventare  il 'gioiello d'Italia' il brand stesso dell'''Umbria Experience'.

Bevagna, borgo medievale nel cuore dell'Umbria, già Bandiera Arancione, sarà il Borgo dei Boghi 2018 per la regione.
Questo piccolo gioiello d'Italia, antico pagus agricolo, poi fiero e fiorente Comune medievale, si estende su 56 km quadrati nella valle sotto il Monte Subasio, dove domina Spello, a soli 23 km da Assisi e 35 dal capoluogo Perugia. E' anche tra due fiumi e da qui il nome 'mevania', terra di mezzo.
Il suo territorio, ricco di santuari e circondato da castelli, conserva intatte vestigia romaniche e medievali, conferendo un fascino straordinario al paesaggio e anche allo stile di vita dei bevanati, lento, colto, sospeso tra passato e futuro.
Non a caso i due i simboli più noti di Bevagna oggi sono il celeberrimo Mercato delle Gaite, rievocazione filologica dei mestieri medievali, evento unico al mondo, che in giugno richiama  folle di visitatori; e il Carapace, la avveniristica cantina scultura di Arnaldo Pomodoro delle Tenute Lunelli - sì, quelle del 'Ferrari' di Trento che hanno investito a Bevagna nel mitico Sagrantino -, che nel 2016 ha avuto 11mila visitatori. 
Il terremoto del 2016 a Bevagna non ha creato danni, tuttavia ha causato un calo del 50% dei turisti. Ora la nuova amministrazione comunale vuole riportare Bevagna ad essere protagonista assoluta del turismo umbro, il brand stesso dell'"Umbria Experience",puntando sulla valorizzazione delle risorse culturali, paesaggistiche e imprenditoriali e dei prodotti tipici del territorio, in sinergia fra l'Amministrazione, gli Operatori e le Associazioni. Obiettivo far di Bevagna un marchio distintivo unico, grazie a un'offerta integrata che consenta una completa "esperienza" del territorio: sentieristica, strutture sportive e benessere, enogastronomia e prodotti tipici, artigianato medievale ed eccellenze tessili contemporanee, patrimonio culturale e religioso, con un calendario annuale di eventi tematici.
Due al momento le ipotesi già avanzate dal governo della città ed esposte nel piano regolatore, lo sviluppo della sentieristica lungo la Strada del Sagrantino, con mappatura, attrezzature, etc, e la valorizzazione della rete di piste ciclabili che collega Assisi a Spoleto via Bevagna, essendo quest'ultima a valle ed equidistante da entrambe le mete attualmente preferite dai turisti. 
Parallelamente, è stato commissionato uno studiosulla composizione e la comunicazione professionale dell'offerta ai 18 giovani del Master di primo livello in Tourism Strategy & Management dall'Università degli Studi di Milano-Bicocca MTSM. I risultati sono stati resi noti l'8 novembre nel corso di un workshop in Università.
Un punto di forza di Bevagna è senz'altro la sua centralità geografica nel cuore dell'Umbria, in questo senso, lo sviluppo di una sentieristica di collegamento intercomunale, la pista ciclabile che collega due splendide realtà come Spoleto e Assisi, ha in Bevagna il naturale baricentro; l'appartenenza alla zona del Sagrantino, che lega a doppio filo la  città con Montefalco (a soli 7 chilometri) e con gli altri comuni circostanti, un centro storico molto grande pur contando 5.000 abitanti, una cantina artistica come il Carapace, che non ha eguali in Umbria, la storia millenaria sono tutti elementi che rendono Bevagna veramente particolare.
C'è il problema dell'accessibilità (il progetto alta velocità per la ferrovia è fermo, l'aeroporto è inadeguato e bevagna è fuori asse autostrada), ma la Regione su questo è impegnata a trovare soluzioni.

BEVAGNA  È...

Bevagna con la mitica piazza Filippo Silvestri, capolavoro urbanistico medievale, uno spazio asimmetrico e di allineamenti frontali, tutto giocato sulle prospettive di 'spigolo', che dà vita a una vera e propria scenografia esaltata dalla presenza monumentale  del palazzo dei Consoli, della colonna di S. Rocco e della fontana. Bevagna con i reticoli di stradine e vicoli, di corti che si spalanco d'improvviso regalando scorci  magici; le fontane e i campanili, i conventi e le chiese, le antiche botteghe e sullo sfondo la natura lussureggiante di querce, ulivi e vigneti. Bevagna e l'antica arte tessile, il Teatro e i cori, i bevanati gentili e accoglienti, impegnati, giovani e anziani, con saggezza, ma incessantemente, nella vita culturale del borgo per tener vivi riti arcaici, culti e tradizioni: sono veramente numerose e inimitabili le unicità di Bevagna.

Mercato delle Gaite: è la manifestazione storica più famosa di Bevagna ed è annoverata tra le più importanti dell'Umbria, l'unica al mondo nel genere. Trae   ispirazione dall'antica divisione del paese in 4 quartieri, detti appunto Gaite. Per dieci giorni, alla fine di giugno, si ricostruisce la vita quotidiana degli abitanti tra il 1250 e il 1350 sulla base dello Statuto cinquecentesco del Comune da cui sono tratte le informazioni sulla vita politica, economica, amministrativa e sociale. Le botteghe degli antichi mestieri riaprono i battenti e riprendono le loro attività con attrezzi d'epoca mentre i vicoli si popolano di bevanati in abiti antichi, che vivono la quotidianità degli avi mangiando, lavorando, giocando come loro. Quattro le gare,  del mercato,  dei mestieri,  gastronomica, sportiva con il tiro con l'arco. Il vincitore riceve il Palio della Vittoria. L'evento attira migliaia di turisti e studiosi per la ricerca filologica che supporta l'iniziativa turistica si, ma anche e forse soprattutto culturale.

Tacuinum Sanitatis: è un prontuario del "ben vivere"  redatto in epoca medievale a Baghdad per iniziativa del medico e letterato cristiano Abū al-Ḥasan per il giovane sultano .   Nella biblioteca di Bevagna  si conserva una delle circa 15 preziose versioni esistenti trascritte dall'originale in arabo e illustrate, come conferma la Treccani.  
Un gruppo di esperti di Bevagna e di professori universitari lo ha tradotto in italiano e pubblicato, aprendo così la strada a una sua più ampia conoscenza e a un utilizzo in chiave moderna. Un documento unico ancora tutto da scoprire.
Acqua: circondata dal Clitunno, il Timia e il Teverone, ha ancora attivo l'antico lavatoio;  la pianura intorno anticamente era un lago e il terreno, ancora ricco di acqua, è molto fertile. Proprio grazie alle sue vie fluviali, Bevagna, ovvero la romanica Mevania (tra due fiumi),  ricoprì una posizione centrale nella viabilità  dell'impero che ne determinò, insieme ai fiorenti scambi commerciali, la floridezza fino al III secolo d.C. L'acqua è anche culto religioso: numerose le case private a Bevagna che hanno all'interno polle sacre d'epoca romana dette 'aisilli' dal nome della pozza risorgiva Aisillo, nei pressi del paese, già luogo di culto per i romani, a breve distanza dall'Aiso, un lago di modesta estensione ma di notevole profondità che risulta essere sede di un culto già in epoca umbra (VI-V sec. a.C.). L'Aiso è censito tra i Siti d'Importanza Comunitaria (SIC).
Stile di vita, come ha ben sintetizzato il sociologoGiuseppe De Rita creando il  termine 'bevagnizzazione' per indicare il carattere di resilienza e lentezza  dell'esistenza  a Bevagna, dove il passato non è 'recuperato' ad arte, ma ancora vivo e presente perché il tempo qui rallenta. Non a caso Bevagna organizza con la pro loco di Castelnuovo- Cantalupo la Settimana della cultura della pace e ha ancora attive attività artigianali medievali. Tipica di Bevagna è l'ospitalità, il saper far sentire 'al centro' l'ospite.
Buen ritiro, nel suo centro storico, nei castelli, nelle sue case di collina, negli agriturismi, nei camping, sempre più scelto dagli stranieri come oasi di pace nella natura e nella cultura, dove il contatto umano rimane al centro della vita del borgo. 

Design e arte, con il Carapace, la cantina 'scrigno' per il vino esclusivo di queste terre, su commissione della famiglia Lunelli da Arnaldo Pomodoro le cui sculture spiccano in luoghi simbolo di tutto il mondo. Si arriva al Carapace attraverso il 'Parco della scultura',  dove moderne opere d'arte sono inserite nella natura.

Turismo religioso: siamo sulla scena della vita di San Francesco, dove tutto, natura e cultura, favorisce la spiritualità. Nella chiesa a lui dedicata (XIV e XVII sec.) in particolare c'è la Pietra su cui posò i piedi durante la predica agli uccelli a Piandarca. Di notevole impatto le tradizioni religiose che si tramandano di generazione in generazione e vedono coinvolta l'intera cittadinanza.

Cultura medievale. Dal 1000 d.C. Bevagna fu un libero Comune tenuto retto da Consoli e l'aspetto odierno della città ne rispecchia lo sviluppo medioevale, con la suddivisione in 4 Gaite (quartieri). In giugno, la festa delle Gaite vede nelle vie di Bevagna rifiorire il Medioevo con botteghe artigiane che ripropongono i mestieri di allora (1250-1350) con precisione storica e filologica, con degustazione di antichi sapori medievali e presentazione delle produzioni artigianali tipiche. Poi ogni anno una bottega resta in attività producendo davvero per la commercializzazione, con macchinari e tecniche d'epoca. Il 2017 è l'anno della cartiera dove Francesco Proietti produce una preziosa carta di cotone con un albero a camme che va ad acqua risalente al 1.100!  Non a caso quindi Bevagna è anche un centro importante a livello internazionale di studi medievali. 

Castelli: sulle colline di Bevagna sorgono i Castelli Torre del Colle (sec. X), Cantalupo, Castelbuono, Limigiano e Gaglioli, tutti ancora abitati, che vegliano sul borgo dall'alto da più di mille anni. Per secoli costituirono un sistema difensivo di notevole efficacia. Abbandonati nel dopoguerra oggi tornano a rifiorire grazie ai numerosi restauri e a illuminati imprenditori che hanno scelto di rivitalizzare questi gioielli dimenticati. 

Vestigia preziose d'epoca romanica: Bevagna, sorta sull'antica via romana Flaminia, fu capitale del popolo Umbro e poi  fiorente municipio romano di Mevania, della tribù Aemilia ricoprendo una posizione centrale nella viabilità romana che ne costituì la ricchezza fino al  774 quando la città entrò a far parte dello Stato della Chiesa. Tutt'oggi è in piedi quasi intera la cinta muraria dell'epoca. E sono romaniche le chiese   di San Silvestro (1100 d.C) e di San Michele Arcangelo (1100 d.C). Visitabili i resti del Tempio Romano (II sec. d.C.), del teatro romano (I sec. d.C.) da 10mila posti (II sec. dopo Cristo) attualmente  adibito a laboratorio per la lavorazione delle ceramiche e delle terme romane (II sec. d.C.) con mosaici i cui motivi marini sono in un disegno che oggi fa parte della Collezione Windsor.   Nel 1886 il  Palazzo dei Consoli, affacciato sulla piazza Silvestri,  fu  trasformato. Prima ospitava il Governatore e anche l'archivio pubblico e le carceri, poi divenne un Teatro intitolato al letterato "Francesco Torti" e, dopo opportuni retauri, dal 1994  è regolarmente attivo. Il Teatro Torti è un gioiellino che può accogliere 140 preziosissimi posti.  
Città della musica. Cori di adulti, bambini,  ragazzi, musicalgospelantiche Cantigas dell'età di mezzo, Cantoria Mevaniae, la Scuola di musica "Maurizi", la Banda musicale "città di Bevagna" ….si può ben dire che Bevagna è una città della Musica. Ogni momento festivo ha il suo concerto, ogni fascia d'età il suo coro. Per chi visita Bevagna in ogni momento dell'anno può trovare un concerto a cui partecipare in particolare per le festività.  A questi vanno aggiunte le numerose rassegne e festival che negli anni hanno scelto Bevagna come sede: il Festival Federico CesiBioritmandoI Concerti della Società delle Mura e degli Archi.

Investimenti: noti imprenditori italiani hanno investito in strutture ricettive perché credono nel valore turistico di Bevagna. Bevagna è anche al centro del percorso che va da Firenze Roma, non lontano dalla via Francigena, lo stesso che per secoli ha visto poeti, letterati, artisti e filosofi, viaggiare per il Bel Paese alla ricerca di arte, storia e paesaggi. Una posizione che dovrebbe permettere di intercettare anche i flussi dei turisti stranieri che vengono da lontano per visitare il nostro Paese e sono sempre più interessati a scoprire l'Italia dei piccoli borghi, quelle più autentica delle province.

Vino, basta pensare alla Strada del Sagrantino.  

Sport nella natura incontaminata, dove l'antropizzazione è limitata alle sapienti coltivazioni.
Paesaggio, ricco di piccoli seminativi, girasoli, grano, con insediamenti frammentati dove si riconoscono i margini, è quindi vario alla vista per forme e colori. Un panorama bellissimo che emoziona il viandante sbucando all'improvviso in fondo a certe stradine e tutto da contemplare dell'alto della Chiesa di Santa Maria delle Grazie (sec. XVI). In questo posti tra i più incantevoli, proprio nel cuore dell'Umbria non poteva mancare un servizio di giri in mongolfiera.  

Cibo genuino e tipico: il territorio florido e generoso offre numerose  produzioni tipiche, dalle erbe spontanee, ai legumi e le Cipolle (Zona di Cantalupo inserita nell'area della Cipolla DOC di Cannara), i prodotti del bosco (nocciole). Bevagna è inoltre Città dell'Olio (uno per tutti, l'antico frantoio Nuzzi risale 1870, è alla settima generazione che utilizza metodi, macine e presse come due secoli fa). E' la terra della Carne Chianina, della Porchetta «di Bevagna», delle Lumache anche dette chiocciole e della cacciagioneEsulla Strada del Sagrantino, da non perdere gli gnocchi al Sagrantino e gli gnocchi ripieni di carne, una ricetta che proviene direttamente dalla cucina del Monastero delle Suore Benedettine di Santa Maria al Monte dove ancora si realizzano tra gli altri stupendi ricami. Tra gli antipasti, i crostini con fegatini e milza sono tra i più saporiti e  come dolce  sono famosi i tozzetti col vinsanto, una vera e propria istituzione.
Cachemire: un tempo Bevagna era nota per le tele pregiate chiamate "bevagne", oggi offre il distretto del cachemire più grande al mondo con 5000 operatori specializzati, 30 marchi e 200 aziende; ricca anche la produzione tessile insieme all'artigianato artistico, anche per percorsi esperienziali memorabili tra antiche botteghe. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Turismo. Nuovo volo e nuova destinazione da Roma Fiumicino verso l’isola di Cipro.

TUS AIRWAYS: NUOVO COLLEGAMENTO DA ROMA A LARNAKA. 

Da dicembre 2 nuovi voli settimanali da Roma verso l'isola di Cipro



Milano, 17 novembre 2017 - A partire dal prossimo 11 dicembre, la compagnia Tus Airways, aprirà la nuova tratta Roma - Larnaka.

Con due voli settimanali, in partenza da Fiumicino, il lunedì e il venerdì, la compagnia collegherà il Bel Paese con l'isola di Afroditein maniera continuativa per tutto l'anno.

La partenza dei voli è schedulata per le ore 15.45 da Roma e per le ore 12.30 da Larnaka.

Molto vantaggiosi i prezzi. Infatti, il biglietto parte da 80 euro per il Roma – Larnaka e 70 euro per il Larnaka – Roma, e include i servizi di bordo – pasti e bevande calde – e un bagaglio a mano sino a 8 kg. di peso. I nuovi collegamenti verranno effettuati con aeromobili Fokker 100.

I biglietti potranno essere acquistati in agenzia di viaggio o, direttamente, sul sito della compagnia. 

Fondata due anni fa, la Tus Airways, ha come obiettivo il collegamento di Cipro con i paesi del Mediterraneo orientale e dell'Europa, attraverso frequenti voli, con comodi orari di partenza, ottimo comfort a bordo (da qui la scelta del Fokker 100) e – non ultimo – un eccellente servizio a prezzi competitivi.
La compagnia prevede di operare nel 2018 verso 16 differenti destinazioni.

"Siamo davvero molto contenti di poter annunciare questo nuovo collegamento aereo" – ha dichiarato Christos Tsiakas, direttore dell'Ente Nazionale per il Turismo di Cipro. La nostra destinazione, necessitava, vista la sempre maggiore richiesta da parte degli italiani, di un incremento dei voli verso Larnaka." Non possiamo che accogliere la notizia dei due nuovi voli con grande soddisfazione, certi che questo incrementerà ancora di più il numero dei viaggiatori Italiani che sceglieranno l'isola di Cipro quale meta per una vacanza o anche solo per un long-weekend."


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 16 novembre 2017

Turismo. TT&A: Nuovo record per TAP Air Portugal: a ottobre superati gli 11,9 milioni di passeggeri annuali

Nuovo record per TAP Air Portugal: a ottobre superati gli 11,9 milioni di passeggeri annuali


Roma, 16 novembre 2017 Il vettore portoghese membro di Star Alliance ha messo a segno un nuovo importante risultato: lo scorso ottobre, due mesi prima della fine dell'anno, TAP ha superato il numero totale di passeggeri trasportati registrati sull'intero 2016, raggiungendo così un nuovo record. 

Da gennaio a ottobre 2017, TAP Air Portugal ha ospitato sui propri aeromobili oltre 11,9 milioni di passeggeri, mentre nel 2016, considerando l'intero anno, ne erano stati trasportati 11,7 milioni.

Ottobre è stato il mese in cui il vettore quest'anno ha registrato il miglior load factor, raggiungendo una media di 87,2% posti occupati, per un incremento di 1,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2016. Il mese scorso 1,3 milioni di passeggeri hanno volato con TAP, il 15% in più rispetto a ottobre 2016.

L'incremento in termini di numero di passeggeri trasportati si è registrato soprattutto sulle rotte europee: oltre 130.000, +18% rispetto al 2016. La crescita è rimasta costante nel corso dell'intero anno e ciò è stato possibile grazie agli investimenti nel retrofit dei propri aeromobili che, oltre a rendere il viaggio più confortevole, ha anche permesso di aumentare il numero di posti offerti.

Ottimi i risultati anche sulle rotte statunitensi, mercato in cui TAP ha aumentato fortemente le proprie attività, con un incremento di oltre il 14% di passeggeri trasportati rispetto a ottobre 2016. Sulle rotte brasiliane il vettore ha raggiunto il load factor più elevato dell'intero network, con una media del 92,2% di posti occupati - 4,3 punti percentuali in più rispetto a ottobre 2016. 


***
Fondata nel 1945, TAP Air Portugal è membro di Star Alliance. Il suo hub di Lisbona è una porta d'ingresso verso l'America Latina e l'Africa, due mercati in cui si è affermata come il vettore di riferimento, e verso il Nord America. 

Attualmente TAP serve 84 destinazioni in 34 Paesi del mondo, ai quali si affiancano altre destinazioni raggiunte attraverso accordi di code-sharing con compagnie aeree alleate. Nell'ultima edizione dei World Travel Awards TAP è stata eletta per il quarto anno consecutivo "Compagnia Aerea Europea Leader per il Sud America" e "Compagnia Aerea Europea Leader per l'Africa"; anche UP è stata premiata come "Rivista di Bordo Leader in Europa" per il terzo anno di fila. Grazie al programma Portugal Stopover TAP si è aggiudicata di recente anche il premio nella categoria "Product Launch" ai Digital Communication Awards di Berlino. 

TAP Air Portugal è la compagnia aerea con più voli settimanali tra Italia e Portogallo con partenze da Roma, Milano, Bologna e Venezia verso Lisbona. 

A livello globale sono operati mediamente 2.500 voli alla settimana con una moderna flotta composta da 77 aeromobili, e presto sarà offerto ancora più comfort grazie ai 53 Airbus in prossima consegna. 


--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 7 novembre 2017

Turismo: trivago annuncia l’integrazione di HomeAway nel suo motore di ricerca hotel

trivago annuncia l'integrazione di HomeAway nel suo motore di ricerca hotel

L'integrazione permetterà di ampliare l'offerta del motore di ricerca e le opzioni disponibili per gli utenti di trivago.

Düsseldorf, Germania, 7 novembre 2017. Oggi trivago N.V. annuncia l'integrazione tecnica dell'inventario di case vacanze di HomeAway nel suo motore di ricerca hotel. trivago ha iniziato a testare gli annunci nei suoi mercati chiave, con l'obiettivo di pubblicare gradualmente più inventario nel corso del 2018. Per aiutare i viaggiatori a trovare la loro sistemazione ideale, trivago offre agli utenti maggiori opzioni e un'esperienza di ricerca più personalizzata.

trivago, confrontando offerte da oltre 400 siti di prenotazione, ritiene che sia fondamentale offrire una ricerca di prodotti universale e desidera risolvere le sfide dell'esperienza degli utenti attraverso la personalizzazione. 

Queste sono state le parole di Johannes Thomas, Managing Director e Chief Revenue Officer di trivago N.V.: "Il numero di viaggiatori che sceglie di affittare una casa vacanze è in aumento e noi crediamo che questa sia un'opportunità per ampliare la nostra offerta. Dal punto di vista dell'esperienza degli utenti, offrire hotel e strutture extra-alberghiere in un'unica ricerca può essere una sfida." 

Poi ha aggiunto: "Non vogliamo confondere gli utenti che prenotano hotel su trivago, e per questo crediamo che la personalizzazione svolgerà un ruolo importante. Desideriamo mostrare gli annunci relativi alle case vacanze solo quando sono rilevanti per i nostri utenti. Ecco perché siamo entusiasti di collaborare con HomeAway, poiché questo ci permette di effettuare altri test per creare un'esperienza degli utenti più personalizzata."

John Kim, CEO di HomeAway, ha aggiunto: "Crediamo che si tratti di un'enorme opportunità di marketing per HomeAway. L'approccio personalizzato di trivago nel mostrare case vacanze ci permette di rivolgerci a un importante gruppo di viaggiatori. Ecco perché siamo ottimisti riguardo la conversione per il nostro sito."

trivago ha cominciato una fase di test in Germania, Italia, Canada, Regno Unito e Stati Uniti (cinque dei suoi mercati chiave) con oltre 150.000 case vacanze a disposizione degli utenti. Inoltre, intende pubblicare gradualmente più annunci di case vacanze prenotabili nel corso del 2018. L'obiettivo di trivago è quello di mostrare questo inventario come parte dell'esperienza di ricerca universale, per completare la sua attuale offerta hotel. 

Quando l'utente effettua la sua scelta, in base alla disponibilità in una destinazione specifica, trivago comincerà a mostrare le case vacanze nei risultati di ricerca. Inoltre, stiamo testando un filtro "Casa vacanze" per permettere agli utenti di decidere il tipo di struttura da cercare.

Per trivago, questo è un altro grande passo in avanti per adattarsi alle nuove aspettative dei viaggiatori e capire meglio come mostrare l'inventario delle case vacanze nel suo motore di ricerca. In questo modo, i proprietari di case vacanze avranno accesso a un nuovo canale di marketing e il mercato di trivago sarà più diversificato.


Informazioni su trivago N.V.
trivago è un motore di ricerca hotel globale. Il nostro obiettivo è ridefinire il modo in cui gli utenti cercano e confrontano gli hotel e consentire agli inserzionisti di rivolgersi a un ampio pubblico di viaggiatori tramite i nostri siti e la nostra app, per espandere il loro business online. La nostra piattaforma permette ai viaggiatori di personalizzare la loro ricerca hotel e di accedere a un'ampia gamma di informazioni e tariffe, per prendere decisioni consapevoli. Secondo i dati del 7 novembre 2017, diamo accesso agli utenti a più di 1,8 milioni di hotel e altre sistemazioni in oltre 190 Paesi.

Dichiarazioni previsionali
Questo comunicato stampa contiene alcune dichiarazioni previsionali. I termini "credere", "sperare", "pianificare", "prevedere", "continuare" (e relativi sinonimi) e l'uso del futuro, del condizionale e di espressioni simili servono a identificare le nostre dichiarazioni previsionali. Queste dichiarazioni comportano rischi e incertezze, molti dei quali al di fuori del nostro controllo, e implicano fattori importanti, a causa dei quali gli eventi e i risultati effettivi possono essere molto diversi da quelli espressi nelle nostre dichiarazioni. 

Per ulteriori informazioni sui fattori che possono influenzare le nostre dichiarazioni previsionali, consulta i fattori di rischio, che vengono aggiornati costantemente, indicati nella documentazione pubblica con la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. Decliniamo qualsiasi obbligo ad aggiornare o modificare le dichiarazioni previsionali contenute in questo comunicato stampa, fatto salvo quanto richiesto dalla legislazione applicabile.

I termini "noi", "l'azienda", "trivago" o simili, utilizzati in questo documento, si riferiscono a trivago N.V. e, a seconda del contesto, alle società affiliate.




--

lunedì 6 novembre 2017

Turismo e mercatini natalizi. Ponte d'inverno: l'Avvento in Salento a Villa La Tonnara - CorrieredelWeb.it

Villa La Tonnara di Porto Cesareo (LE) accoglie gli ospiti

in una dimora esclusiva, da dove partire per i mercatini natalizi della regione

Mercatini natalizi mon amour! L'occasione per visitare le più belle piazze addobbate a festa della Puglia la offre il ponte dell'Immacolata. Si comincia ad avvertire l'atmosfera delle Feste, e tradizionalmente ad allestire alberi di Natale, decorazioni e mercatini. 

Senza dimenticare che quel San Nicola - che si festeggia il 6 dicembre - ha dato origine all'internazionale Santa Klaus e poi a Babbo Natale ha un forte legame con questa regione! 

Ecco allora che scegliere di trascorrere questi giorni a Villa La Tonnara a Punta Prosciutto di Porto Cesareo (LE) assume un fascino particolare. La villa, dotata di cinque appartamenti in grado di ospitare da 2 a 10 persone con tutti i comfort, si trova in una posizione splendida, su uno dei mari più belli d'Italia, e vicino alle magnifiche città di Lecce, Gallipoli, Maglie… 

Durante il periodo dell'Avvento i centri storici, già splendidi, si animano di mercatini che offrono tutto il meglio del Natale made in Puglia. Decorazioni tradizionali, oggetti di artigianato locale e succulenti dolci che vengono preparati solo in questo periodo dell'anno. 

Un modo diverso di visitare il Salento, per scoprirne le meraviglie in versione local! I prezzi partono da 75 euro al giorno per un appartamento con una stanza matrimoniale e da 150 euro al giorno per un appartamento con tre camere matrimoniali, per un soggiorno minimo di tre notti.

Per informazioni
Villa La Tonnara
Via Zaccaria Treves (ex via 130)
Località Punta Prosciutto
73010 Porto Cesareo (LE)




Copyright © CorrieredelWeb.it

venerdì 3 novembre 2017

Turismo: Grande successo per il Fam Trip organizzato dall'Ente del Turismo Thailandese. Tra i 13 tour operator partecipanti KiboTours, alla scoperta della magica regione del Krabi

Missione Thailandia
 
Grande successo per il Fam Trip organizzato dall'Ente
del Turismo Thailandese. Tra i 13 tour operator partecipanti KiboTours, alla scoperta della magica regione del Krabi

Un viaggio speciale quello organizzato dall'Ente del Turismo Thailandese e che ha coinvolto 110 partecipanti tra tour operator, agenti di viaggio e professionisti della comunicazione, sei giorni di tour differenziati, per scoprire le diverse regioni della Thailandia. 

Tra i partecipanti KiboTours, rappresentato dal managing director Roberto Narzisi e da sei agenti di viaggio, che insieme alla giornalista di settore Paola Camera di Travel Quotidiano e dal sales manaager Italia di Thai Airways Armando Muccifora, hanno percorso un tour che si è concentrato sull'area di Phuket e sulla regione di Krabi. 

"Krabi – spiega Roberto Narzisi - è senza dubbio la località con l'impatto visivo più intenso della Thailandia sotto l'aspetto del mare: oltre 100 tra isole e faraglioni disseminate nell'area di un parco marino. Krabi è il punto di partenza ideale per gli amanti della vita di mare attiva, qui si può praticare l'Island Hopping, cioè cambiare isole, spiagge e location per snorkeling ogni giorno". Una vera "esperienza nel lusso" che ha dato modo di scoprire una selezione di hotel a cinque stelle per vivere la Thailandia come meta esclusiva. 

Nell'ultima giornata del Fam Trip tutti i gruppi si sono incontrati in convention a Bangkok, in un evento organizzato dall'ente del turismo Thailandese, presentato dal direttore marketing Sandro Botticelli, e dopo un corso di cucina ciascun gruppo ha presentato la propria esperienza. Un vero e proprio contest in cui a ciascun membro del gruppo vincitore andava in omaggio un biglietto Thai per riornare in Thailandia. 

Il gruppo Unchan, di cui faceva parte KiboTours, si è piazzato al primo posto come miglior presentazione, slittando in seguito al secondo per via di un meccanismo che premiava l'attività social del gruppo.

Per informazioni:
Kibo Tours
Piazza M. Libertà 3
13900 Biella


Capodanno. Antico Casale di Montegualandro e Spa di Tuoro sul Trasimeno (PG) invita a trascorrere il San Silvestro sul lago all'insegna del benessere


Coccole di Capodanno
Antico Casale di Montegualandro e Spa
di Tuoro sul Trasimeno (PG) invita a trascorrere
il San Silvestro sul lago all'insegna del benessere

Tre, due, uno.. party!! Arriva il Capodanno, e con esso la voglia di festeggiare l'arrivo di dodici mesi nuovi di zecca tutti da scoprire, e non può mancare un inizio benaugurante, tra tradizione e dolcezza. Antico Casale di Montegualandro e Spa di Tuoro sul Trasimeno (PG) propone di trascorrere due giorni all'insegna di coccole e benessere, nella serenità della campagna umbra. 

Il pacchetto include due pernottamenti con la mezza pensione, con bevande incluse, e sistemazione in elegante suite d'epoca. La sera del 31 dicembre viene servito il Cenone al Ristorante Antica Posta per Cortona 1745, cui segue una spumeggiante serata danzante con musica e il brindisi di fine anno. 

Per chi vuole "battezzare" il 2018 allo scoccare della mezzanotte, la piscina coperta resta aperta tutta la notte, per uno speciale tuffo di auguri!! Per gli ospiti, libero utilizzo del centro benessere con sauna, doccia scozzese, vasca idromassaggio Jacuzzi con pannello cromoterapia e area relax, piscina interna con cascate per il massaggio cervicale, palestra e tisaneria, oltre un massaggio a persona della durata di un'ora. 

Tutto da godere  nel Centro Benessere, intimo e accogliente, di ispirazione Zen e coerente con la propria identità originale: il soffitto con le travi a vista e le pareti in pietra a vista trasmettono un calore naturale. Il prezzo parte da 295 euro a persona. 

E il primo dell'anno si apre con uno sguardo fuori dalla finestra della suite, che si affaccia sul giardino che da sul lago Trasimeno, con pensieri che non possono essere che lieti, ammantando di desideri da realizzare i giorni che verranno. La suggestiva Cortona si trova a pochissimi chilometri, e splendide mete da raggiungere sono Montepulciano, Arezzo, Perugia.

Per informazioni:
Antico Casale di Montegualandro e Spa
Via Montecchio 1
06069 Tuoro sul Trasimeno (PG)
Telefono: +39 075 8230295 289


Turismo: VIVERONE. LA MAGIA DI NATALE SUL LAGO

L'evento più atteso del Canavese sta arrivando.
Dal 24 Novembre al 24 Dicembre le sponde del Lago di Viverone si preparano ad ospitare NATALE SUL LAGO. Esarà una festa indimenticabile!

60 chalet di legno, luci, suoni, artisti di strada, uno spettacolo in anteprima nazionale dedicato alla leggenda di Albalucee ancora gli elfi e la casetta di Babbo Natalemusica e regali… un Natale così non si era mai visto!

Tutti i weekend (con apertura fino alle 23 il venerdì e ilsabato e fino alle 21 la domenica)Viverone si veste di magia e il lago si trasforma nella cornice di un evento unicoa ingresso libero e assolutamente imperdibileUna lunga festa, da mattino a sera, per immergersi nella più tradizionale e affascinante atmosfera di Natale.
Per chi è a caccia di qualcosa di unico, gli chalet sapranno offrire il meglio dell'artigianato e della creatività locale: oggetti fatti a mano, prodotti enogastronomici che raccontano l'eccellenza del territorio e tante idee regalo.
Le strade del lungolago saranno addobbate a festa e si animeranno di spettacoli gratuiti. Tra le esibizioni da non perdere quella di The Gipsy Marionettist, con le sue marionette di legno fatte a mano. Sarà la performerMarzia di Vito ad incantare il pubblico con i suoi show di acrobazie aeree, a stupirlo con danze di fuoco e ad emozionarlo con danze di luci e led.
Location magica e suggestiva, la grande Sfera di Luce ospiterà un musical ineditoideato da Gioacchino Inzirillo della compagnia teatrale "Chi è di scena" con sede aBosconero e musiche di Giovanni Maria Lori. Mezz'ora di magia dedicata soprattutto alle famiglie e ai bambini che si vedranno trasportati tra personaggi fantastici, elfi e strega malvagia, nella magica atmosfera del Natale, alla scoperta della leggenda di Albaluce.
Lo spettacolo, che va in scena in anteprima nazionale Natale sul Lago, sarà un evento a pagamento. Il costo del biglietto è 7,00 € + 1,00  di prevendita per gli adulti, 6,00 € + 1,00 € di prevendita per i bambini dai 3 ai 10 anni, gratuito per i bambini fino a 2 anni.  Acquisto biglietti su www.natalesullago.it.
Il Natale, si sa, è un periodo magico per i più piccoliBabbo Natale avrà bisogno di tanta forza per affrontare il viaggio della notte di Natale e i bambini, con gli elfi Elvis, Tinker e Trilly, saranno pronti ad aiutarlo. In una sorta di caccia al tesoro a libera partecipazione, ideata da BieffepiEventi di Cigliano, i piccoli dovranno scovare le postazioni degli elfi ed aiutarli, attraverso laboratori, a preparare una magica pozione da consegnare a Babbo Natale per fargli recuperare le energie!!! Il punto d'arrivo, naturalmente, è la casetta di Babbo Natale, dove il grande vecchio li aspetta per ricevere tutte le letterine e scattare una foto ricordo.
Natale Sul Lago: suoni, colori, profumi e naturalmente sapori! Sarà l'occasione giusta per portare alla ribalta di un grande pubblico i prodotti, le professionalità e le tradizioni della cucina di questo angolo di Piemonte affacciato sul Lago di Viverone, compreso tra le province di Torino, Biella e Vercelli.
Sarà Cella Grande a fare gli onori di casa nella corte della ristorazione di Natale sul Lago: leccornie legate alle tradizioni rurali e montane di queste zone, con un parterredi salumi e formaggi e altre proposte gustose calde, il tuttoaccompagnato dalla massima espressione vinicola locale: l'Erbaluce
Per gli street food lungo il mercatino, invece, saranno in campo alcune delle massime professionalità legate ai piatti caratteristici del nord-ovest del Piemonte: le "miasse"saranno proposte da i Maestri del Gusto Farinel On The Road, in uno chalet realizzato apposta perché il pubblico possa assistere alla cottura tradizionale di queste sfiziose cialde di mais; gli agnolotti al sugo d'arrosto e i ravioli di magro con ripieno di "seirass"  saranno cucinati dal Pastificio Artigiano Il Castello; i risotti nelle forme più tradizionali e in quelle "da strada" saranno presentati da Riso Goio, storica azienda risicola di Rovasenda e precursore della versione street food del "re dei cereali"; lo zabajone spumoso al Passito di Caluso uscirà dalle mani esperte del Ristorante Gardenia, storica stella Michelin del Canavese; la cioccolata calda, tipica merenda piemontese, verrà preparata da Nevedarance, espressione emergente del gelato ai massimi livelli.
E per gli appassionati di vino, si potranno trovare alcuni bei nomi della produzione enologica dell'Alto Piemonte, che sa dare pure eccellenze nei vini bianchi, con l'Erbaluce nelle sue tre versioni (fermo, spumante metodo classico e passito) e nei vini rossi, con i nebbioli Carema, Gattinara, Bramaterra, e altre "chicche" a bacca rossa espressione di un territorio variegato e ancora poco conosciuto.

L'evento, organizzato dalla società Mete a Nord Ovest di San Giusto Canavese con il patrocinio del Comune di Viverone, si preannuncia già come un successo. Tantissimi i turisti attesi per scoprire e riscoprire questo angolo di Piemonte unico e magico.



--

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *